Curare il giardino significa arredare parte della casa

giardinoL’arredamento delle nostre case non riguarda solo la mobilia da interni. I giardini sono uno spazio importante, non soltanto per il nostro benessere psicofisico ma anche perché fungono da biglietto da visita per la nostra abitazione e per noi stessi. Abitare in una casa lussuosa, i cui interni rappresentano gli sfarzi della villa di uno sceicco arabo, deve trovare il suo corrispettivo anche nei giardini.

Non vi è bisogno di spendere migliaia di euro per arredi da esterni: anche le siepi o le sole luci possono conferire alle aree verdi il giusto look, così da dare un aspetto curato o di lusso a seconda delle necessità. Basta farsi un giro su siti web come Solopiante per vedere che i prezzi sono accessibili per tutti. Le siepi diventano la pianta più indicata per donare agli esterni un aspetto gradevole alla vista. Possono essere sia basse che medie, o ancora alte.

Grazie alle prime, è possibile delimitare le aree, come potrebbe essere una piscina o ancora il posto auto, o il viale di ingresso. Quelle medie ovvero di altezza compresa da 1,5 metri e 4 metri, sono generalmente utilizzate per schermare la visuale ma funzionano anche da frangivento. Le piante più indicate sono il corniolo, il filadelfo, il sanguinello o ancora tutti quegli alberi le cui dimensioni in altezza non sono eccessive. Quando si parla di siepi alte invece, ci si riferisce prettamente agli alberi, le cui altezze devono superare anche i 10 metri.

E per quanto riguarda le forme? Possiamo avere siepe verticali, libere o ancora obbligate. Quelle verticali sono generalmente formate da piante rampicanti come ad esempio l’edera o il caprifoglio. Le siepi libere occupano generalmente più spazio in quanto viene lasciata loro la possibilità di crescere naturalmente. Le siepi obbligate infine, son quelle che vengono costrette, attraverso la potatura, ad una forma particolare. Le piante che più si prestano a quest’ultima forma sono il lauroceraso, il biancospino, i ligustri e l’alloro.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *