Tempo di passare alle caldaie a risparmio energetico

CaldaiaElemento indispensabile per il nostro benessere psicofisico ma che spesso viene dimenticato o messo in secondo piano, è la caldaia ovvero il dispositivo grazie al quale godiamo di ambienti caldi e di acqua corrente a temperature condizionate. Quelle a condensazione, in particolar modo, sono efficaci poiché riescono a garantire un’energia di tipo pulito ed ecosostenibile.

Queste però hanno bisogno di assistenza caldaie a condensazione Roma affinché possano svolgere il loro lavoro al meglio. Tutto ciò porta ad una sensibile riduzione dei consumi di gas. Oggi, quelle a condensazione vengono preferite a quelle più classifiche per via degli incentivi statali di cui beneficiano. Non ancora diffuse quanto le tradizionali, le caldaie a compensazione sono quasi sempre oggetto di una domanda ovvero quella sulla differenza di consumi rispetto a quella a gas tradizionale. Ebbene sì, queste caldaie non soltanto rispettano l’ambiente ma riescono ad offrire un risparmio energetico non indifferente.

Basti pensare che il loro rendimento è superiore del 100% rispetto alle normali caldaie. Così facendo quindi, si arriva ad un risparmio sulle bollette del gas pari al 30-35%. Ovviamente, affinché la persona possa godere di tali benefici economici, è importante che la caldaia a compensazione gestisca un impianto di tipo moderno e quindi ottimizzato contro gli sprechi.

Il gas naturale è considerabile a tutti gli effetti, energia pulita, poiché è quello che, nella totalità delle energie di tipo fossili, contiene la più piccola percentuale di carbonio. In contro tendenza, ha una quantità più elevata di idrogeno, per una combustione in grado di emanare il 20% in  meno di anidride carbonica rispetto al gasolio che ad esempio riesce a fornire una quantità energetica similare.

Quando si parla di caldaie a condensazione, è immediato il riferimento all’eco-sostenibilità e all’energia pulita, poiché, oltre a consumare meno, questi dispositivi emettono quantità di gas inferiore così da preservare il temibile effetto serra.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *