Arriva l’estate: tutti a dieta

dimagrireL’arrivo della bella stagione diventa periodo di stress per molte persone ma soprattutto per coloro che, lontani dal peso forma, hanno il terrore della loro prima apparizione in spiaggia, o più semplicemente in T-Shirt. Sebbene dimagrire non sia difficile, è anche vero che, per farlo al meglio, è necessario perdere peso in modo permanente.

Online ma anche su libri di testo, si trovano oggi infinità di metodi che promettono di perdere chili su chili in pochi giorni. La maggior parte di questi metodi però, sebbene efficaci, porta ad un recupero del peso entro poco tempo dalla fine della dieta. Basti pensare che si tratta, per la maggior parte dei casi, di soluzioni estreme che con rigidi regimi alimentari, impongono al corpo uno stress non indifferente che rischia, tra l’altro, di compromettere la salute di fegato e reni. Queste sono ad esempio le conseguenze della famosa dieta Dukan, qualora dovesse essere seguita per troppo tempo.

Per il nostro benessere psicofisico è necessario un apporto equilibrato di qualsiasi elemento nutritivo. Questo equilibrio non viene quasi mai rispettato dalla maggior parte delle diete che, proprio per questo motivo, portano a recuperare il peso originale entro pochissimi giorni.

Per dimagrire invece in modo permanente e senza il pericolo di riprendere i chili perduti, è importante affidarsi ad una dieta equilibrata quanto ad uno stile di vita sano che comporti anche un’attività fisica costante. Dimagrire concentrandosi solo sulla tavola o, dall’altra, soltanto sull’attività sportiva, porterà sempre al recupero dei chili in eccesso.

Vi sono però alcune diete che si rivelano utili per la perdita del peso corporeo permanente, come potrebbe essere quella che prevede l’assunzione costante, per un periodo i 9 giorni, di pollo, riso e mele. Grazie a questi tre elementi ipocalorici, è possibile dimagrire senza portare il fisico ad uno scompenso. Vitamine, carboidrati e proteine vengono assunti così nella giusta quantità. E’ sufficiente nutrirsi per tre giorni consecutivi solo di un alimento o dell’altro.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *